• Home
  • Monastero Della Visitazione SM San Giorgio del Sannio

Monastero Della Visitazione SM San Giorgio del Sannio

Il MonasteroCoro: qui il cuore della Comunità pulsa nella preghiera per la Chiesa e per il mondoCenni sulla fondazione del Monastero della Visitazione di S. Giorgio del Sannio (Benevento).

Nel 1720 Sua Ecc.za Carlo Spinelli, Principe di San Giorgio e di Apollosa,  Marchese del Sacro Romano Impero, gettò le fondamenta di un Monastero in San Giorgio la Montagna e ne continuò la costruzione senza ancora comprendere precisamente ciò che Dio voleva da lui. L'Arcivescovo di Benevento, Cardinale Orsini, domenicano, futuro Papa Benedetto XIII, avrebbe voluto che si scegliesse il suo Ordine per questa Fondazione. Il Principe, simpatizzando per S. Francesco di Sales, si determinò per la Visitazione.
Nel 1732 cominciò a far richiesta di Fondatrici ai Monasteri della Visitazione. Finalmente, nel 1737, il Monastero di Roma inviò quattro religiose: per Superiora sr. Maria Francesca Renzuoli, sr Angela Serafina Buzii, sr. Gertrude Maria Feroci e sr. Maria Olimpia Guelfi.
Il I° Giugno giunsero a San Giorgio e, al suono delle campane, furono ricevute dal Principe e dalla sua Consorte, dai Sigg. Canonici e dal Vicario di Benevento, il quale celebrò la fondazione al canto del "Te Deum" e del "Laudate".Cortile interno Con le Fondatrici entrarono due figlie del Principe assieme a sei altre aspiranti alla vita religiosa, dello stesso casato.
Cappella del MonasteroIn seguito giunsero ancora due Religiose del Monastero di Pescia: sr. Maria Eletta Berni e sr. Maria Gertrude Falagiani.
La prima prova che rattristò la Comunità fu la morte della Madre Fondatrice Maria Francesea Renzuoli, alla quale successe la Madre Angela Serafina Buzii.
Da allora il Monastero ha subito vari mutamenti per il susseguirsi di situazioni religiose e politiche, anche gravi, superati con l' aiuto di Dio e grazie alla presenza di valide e virtuose Madri.
Per molti anni è stato centro di formazione, di tante fanciulle e giovani provenienti dalle migliori famiglie del paese e dintorni, accolte, fin dall' inizio per volere del Principe fondatore, nell' annesso fiorente Collegio, che ha dato modo di far conoscere e amare ancora di più la fervente Comunità visitandina.
Per duecento anni si alternarono periodi di attività e di chiusura del suddetto Collegio. Dal 1940 al 1970, in cui ha termine definitivamente l'Educandato, emerge la figura intraprendente e coraggiosa della Direttrice, Madre Daria del Sacro Cuore Guarascio.
Valenti Madri hanno governato la Comunità; tra le ultime ricordiamo la Madre Maria Agostina Bandini, proveniente dal Monastero di Pistoia, la cui carica di Assistente Federale ha richiesto la riunione dell' Assemblea Federale e, più volte del Consig1io Federale di tutti i Monasteri d' Italia a S. Giorgio.
Il Monastero, danneggiato dai violenti terremoti del 1962 e 1980, è stato, in parte ricostruito e restaurato con le necessarie migliorie grazie all' aiuto di piccoli e grandi Benefattori, come il generoso Monastero di Moncalieri.
Nell' ultimo decennio si è intrapreso la messa a norma dell' impianto elettrico e dell' ascensore. Diversi ambienti: Cappella, Coro, cucina, refettorio, chiostro sono stati rinnovati e abbelliti, così pure i giardinetti. Un grande piazzale lastricato, a cui si accede, ora, attraverso due cancelli telecomandati, ha sostituito il vecchio veramente mal ridotto. Per l' intervento della Sovrintendenza delle belle Arti si è ristrutturata la Cappella settecentesca situata nel giardino. Si e realizzata, inoltre, una Casa di accoglienza -foresteria- attigua alla nostra Cappella che offrirà la possibilità a ritiri per singoli e gruppi. Con il rifacimento dei tetti e la pulizia delle pareti esterne si sono conclusi i lavori.

Celebrazioni Liturgiche

 S. Messa conventuale:
 Domeniche e Solonnità di precetto: ore 9
 Giorni feriali: ore 7,30